Diario Lavoro


Vai ai contenuti

personale_ata2017

Personale ATA: novità sui bandi per amministrativi, collaboratori e tecnici nelle scuole


Nei giorni scorsi si è tenuto un incontro tra ministero e sindacati dove "pare" si sia convenuto come data per l'uscita del bando di inserimento nella terza fascia del personale ATA le fine di agosto. Tutto fa supporre quindi che anche quest'anno, come nel 2014, il bando uscirà a settembre.
Ma quale è l'importanza di questa data?
Il 2017 è un anno particolare per tutti quelli che aspirano a lavorare nella scuola italiana come personale A.T.A. Il personale ATA è quello non-docente: amministrativi e bidelli ma anche tecnici, cuochi, guardarobieri…



Per potere essere inseriti nelle graduatorie (per soli titoli: basta un qualsiasi diploma) e quindi iniziare con le supplenze per poi sperare di essere stabilizzati, bisogna presentare la propria domanda di iscrizione che può avvenire solo ogni 3 anni.
Siccome l'ultimo bando c'è stato nel 2014, come anticipato esso fu pubblicato a settembre, il prossimo deve uscire quest'anno. Questa volta si pensava che si potesse anticipare la data per non accavallarsi con l'inizio dell'attività didattica. L'ultimo incontro sindacati-ministero però non lascia dubbi. Il bando si avrà a fine agosto, in pratica a settembre. Restiamo però sempre vigili visto che in via ufficiale ancora nulla è stabilito, pronti ad avvertirvi per qualsiasi novità.



Anche perché, come accennato in precedenza, se dovesse sfuggirvi di presentare la domanda quest'anno dovreste aspettarne altre tre, anni in cui vi sarebbe preclusa qualsiasi possibilità di entrare nel mondo della scuola come non docente
Quando sarà pubblicato il bando la domanda potrà essere presentata entro trenta giorni a istituti scolasticidi una sola provincia italiana a scelta del candidato. Anche sulla modalità di presentazione della domanda ci sono state alcune richieste di modifica. Fino ad oggi si poteva presentare con modalità telematica tramite “Istanze on Line” la piattaforma messa a disposizione del ministero. Per molti questa procedura si è rilevata però troppo complicata e quindi si pensava di tornare al vecchio sistema della presentazione di domanda scritta e presentata scuola per scuola. Anche questa per il momento però è solo un'ipotesi.


Vi ricordiamo che tramite i nostri giornali sul lavoro (a cui potete abbonarvi
cliccando qui o sul box qui sotto) continueremo a seguire tutte le notizie che riguardano il Personale ATA (come del resto tutti gli altri concorsi) e a fornirvi sistemi che vi permettono di ricevere il nuovo bando di immissione 2017 direttamente sulla vostra mail appena esso sarà pubblicato.



+


Torna ai contenuti | Torna al menu